free website maker
Mobirise

CREA IL TUO SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE

ovunque tu sia possiamo darti una mano a portare la tua azienda alla CERTIFICAZIONE




La nostra “mission” è progettare Sistemi di Gestione che creino valore per i nostri clienti grazie al nostro bagaglio etico, la passione, l’innovazione, la cultura e l’esperienza, assicurando soluzioni efficaci, concrete e dinamiche.

Lavoriamo sulla qualità dei processi aziendali e delle risorse umane, offrendo il nostro know how e un approccio pratico per ottimizzare le performance della vostra impresa.

Vogliamo diventare un punto di riferimento per le Aziende e ci impegnamo costantemente per dare forma a nuove soluzioni di servizi professionali ad alto valore aggiunto e per mantenere alta la tensione all’eccellenza operativa.

Se affronta il cambiamento, un’azienda è viva.

Se affronta il cambiamento, un’azienda può cogliere nuove opportunità.

Se affronta il cambiamento, un’azienda può diventare un punto di riferimento per altre realtà.


GDPR - Regolamento UE 2016 679
INFORMATIVA SUI COOKIES
Vi informiamo che questo sito consente l'invio di cookie tecnici necessari al suo corretto funzionamento e di cookie di "terze parti" anche di profilazione. La prosecuzione della navigazione comporta il consenso all'utilizzo dei predetti cookie.

I SERVIZI

.... per cogliere le opportunità offerte dalla certificazione

CONSULENZA

Affiancare l'Azienda nel percorso di crescita attraverso servizi di consulenza articolati su 3 linee di offerta:
- Progetto "a corpo"
- Assistenza post certificazione
- Gestione di progetti già esecutivi

AUDITING

L'attività di Auditing è lo strumento ideale per monitorare l'applicazione e l'efficienza dei processi aziendali; la valutazione continua di una Organizzazione valuta l'attendibilità di una informazione circolante in Azienda

TRAINING

La Formazione come investimento aziendale; essere un "team" significa avere risorse umane che interagiscono verso un unico obiettivo avendo un bagaglio di base comune e una conoscenza omogenea di procedure e strumenti

Mobirise

.... in evidenza


ISO 13009
"Turismo e servizi connessi. Requisiti e raccomandazioni per il funzionamento della spiaggia"

L'Italia è un territorio di straordinaria bellezza: mari e litorali caratterizzano lo scenario turistico Italiano e le regioni costiere sono la destinazione preferita di visitatori da ogni parte del mondo, per questo il turismo costiero è considerato un importante comparto dell’economia nazionale. L’utilizzo e la trasformazione del demanio marittimo ed il conseguente aumento dello sfruttamento del litorale ha dato avvio allo sviluppo di un’economia di settore con un enorme potenziale, anche in termini occupazionali. Proprio grazie ai cambiamenti che si sono delineati nello scenario normativo, in futuro potranno consolidarsi interessanti opportunità economiche e di investimento. A luglio 2016, infatti, è stato approvato il Disegno di Legge Delega al Governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo, come recepimento della legislazione EU (Direttiva Bolkestein 2006/123/CE), che introduce nuove modalità di affidamento delle concessioni ispirate a principi di concorrenza, qualità paesaggistica e sostenibilità ambientale.

..... le altre aree di intervento

Mobirise

E' lo standard di riferimento del Sistema di Gestione per la Qualità progettato per il miglioramento del business, applicabile alle organizzazioni di qualsiasi dimensione

per info clicca qui

Mobirise

E' una norma applicabile a qualsiasi tipologia di Organizzazione, pubblica o privata, che specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale

per info clicca qui

Mobirise

E' l'evoluzione della OHSAS 18001 ed è applicabile alle Aziende che vogliono un sistema di gestione che elimini o riduca i rischi per i lavoratori durante le loro attività

per info clicca qui

Mobirise

E' lo standard a garanzia che un’Azienda è socialmente responsabile, cioè impegnata al rispetto dell'etica del lavoro e delle condizioni lavorative

per info clicca qui

Mobirise

Indica la conformità di un prodotto ai requisiti essanziazli di sicurezza previsti da una o più direttive comunitarie

per info clicca qui

Mobirise

Indica il modello organizzativo che la persona giuridica, o associazione priva di personalità giuridica, deve adottare per prevenire la responsabilità penale

per info clicca qui

Mobirise

Permette di individuare i punti di forza e di debolezza dei propri prodotti/servizi, utilizzando personale in forma anonima che si reca presso i punti di verifica

per info clicca qui

Mobirise

Definisce i requisiti di un Sistema di Gestione per la Sicurezza Stradale  affinchè si riducano le morti e gli infortuni gravi derivanti da collisioni stradali

per info clicca qui

I 3 pilastri della nostra consulenza

Metodo chiaro per raggiungere gli obiettivi

1

check up aziendale

Il check-up aziendale è lo strumento efficace di valutazione che fornisce una panoramica completa per riorientare e sviluppare l’organizzazione aziendale.

2

Pianificazione

Dopo un’attenta analisi dei bisogni organizzativi proponiamo diverse opzioni personalizzate anche mixando l’intervento con altri servizi integrabili già esistenti nell’azienda cliente

3

Sviluppo del sistema

Implementare strumenti e azioni mirate all'esercizio del Sistema consente di ottimizzare tempi e costi. L'implementazione tiene conto di eventuali altri Sistemi attivi

... la sintesi di 20 anni di esperienza

109

AZIENDE CERTIFICATE

702

AUDIT PER ENTI DI CERTIFICAZIONE

2110

ORE DI DOCENZA (anche webinar)

PERCHE' SCEGLIERE LA NOSTRA COLLABORAZIONE

Esperienza

Perchè siamo Professionisti di esperienza consolidata che hanno scelto di lavorare insieme in modo armonioso e sinergico

Dimensione

Non siamo una grande agenzia di consulenza e prediligiamo un “approccio sartoriale” orientato ai bisogni reali

Mobirise

Soluzioni "su misura"

Perché le soluzioni sono personalizzate tenendo conto delle peculiarità organizzative, umane e gestionali della Vostra Azienda

Elasticità e dinamicità

Perché l'esperienza e l'affidabilità maturate ci permettono di gestire progetti complessi e di significative dimensioni

SPAZIO NEWS

.... per orientarsi nel mondo della certificazione


CIRCOLARE ESPLICATIVA NTC 2018
Sul supplemento ordinario n. 5 alla Gazzetta ufficiale n° 35 dell'11 Febbraio 2019 è stata pubblicata la Circolare esplicativa delle NTC 2018: Istruzioni per l'applicazione dell'«Aggiornamento delle "Norme tecniche per le costruzioni"» di cui al decreto ministeriale 17 gennaio 2018. In particolare:
Il Capitolo 2 individua i principi fondamentali per la valutazione della sicurezza, definendo altresì gli Stati Limite Ultimi (SLU) e gli Stati Limite di Esercizio (SLE) per i quali devono essere effettuate le opportune verifiche sulle opere; introduce, inoltre, i concetti di Vita nominale di progetto e Classi d’uso; classifica, infine, le possibili azioni agenti sulle costruzioni ed indica le diverse combinazioni delle stesse e le verifiche da eseguire.
Il Capitolo 3 codifica i modelli per la descrizione delle azioni agenti sulle strutture (carichi permanenti, sovraccarichi, sismica, atmosferici, azioni eccezionali).
Il Capitolo 4 tratta le diverse tipologie di costruzioni civili ed industriali in funzione del materiale utilizzato (calcestruzzo, acciaio, legno, muratura, altri materiali).
Il Capitolo 5 disciplina i criteri generali e le indicazioni tecniche per la progettazione e l’esecuzione dei ponti stradali e ferroviari. Per i ponti stradali, oltre alle principali caratteristiche geometriche, definisce le diverse possibili azioni agenti, con i diversi schemi di carico per quanto attiene le azioni variabili da traffico. Per i ponti ferroviari particolare attenzione è posta sui carichi ed i relativi effetti dinamici. Prescrizioni dettagliate  sono fornite per le verifiche, sia agli SLU che agli SLE.
Il Capitolo 6 tratta il problema della progettazione geotecnica distinguendo, in particolare, il progetto e la realizzazione: opere di fondazione, opere di sostegno, sotterranee, opere e manufatti di materiali sciolti naturali, fronti di scavo, miglioramento e rinforzo dei terreni e degli ammassi rocciosi, consolidamento dei terreni interessanti opere esistenti, nonché la valutazione della sicurezza dei pendii e la fattibilità di opere che hanno riflessi su grandi aree.
Nell'articolazione del progetto sono introdotte, distintamente, la modellazione geologica e la modellazione geotecnica del sito i cui metodi e risultati delle indagini devono essere esaurientemente esposti e commentati, rispettivamente, nella “relazione geologica” e nella “relazione geotecnica”. Dopo le indicazioni relative alle verifiche agli stati limite, si fa un breve ma significativo cenno al metodo osservazionale ed al monitoraggio del complesso opera-terreno. È introdotto, infine, un importante paragrafo sui tiranti di ancoraggio, con le relative verifiche, regole di realizzazione e prove di carico.
Il Capitolo 7 tratta la progettazione in presenza di azioni sismiche ed introduce un paragrafo sui criteri generali di progettazione e modellazione delle strutture, per la riconosciuta importanza nella progettazione della corretta modellazione delle strutture, anche in relazione all'inevitabile impiego dei programmi automatici di calcolo. Nel paragrafo inerente i metodi di analisi ed i criteri di verifica, viene trattata, accanto a quella lineare, l’analisi non lineare. Sono, poi, fornite le disposizioni per il calcolo e le verifiche delle diverse tipologie di strutture (cemento armato, acciaio, miste acciaio-calcestruzzo, legno, muratura, ponti, opere e sistemi geotecnici).
Il Capitolo 8 affronta il problema delle costruzioni esistenti. Dopo i criteri generali sulle diverse tipologie di edifici e le variabili che consentono di definirne lo stato di conservazione, introduce la distinzione dei 3 tipi di intervento che possono essere effettuati su una costruzione esistente: riparazioni o interventi locali che interessino elementi isolati e che comunque comportino un miglioramento delle condizioni di sicurezza preesistenti, interventi di miglioramento, per aumentare la sicurezza strutturale pur senza necessariamente raggiungere i livelli richiesti dalle NTC, interventi di adeguamento, per conseguire i livelli di sicurezza previsti dalle NTC.
Un ulteriore importante paragrafo riporta le disposizioni per la progettazione degli interventi in presenza di azioni sismiche nelle diverse tipologie di edifici.
Il Capitolo 9 riporta le prescrizioni generali relative al collaudo statico delle opere e le responsabilità del collaudatore. Indicazioni sono fornite sulle prove di carico, con particolare attenzione alle prove di carico su strutture prefabbricate e ponti.
Il Capitolo 10 tratta le regole generali per la redazione dei progetti strutturali e delle relazioni di calcolo, ovvero della completezza della documentazione che caratterizza un buon progetto esecutivo. Qualora l’analisi strutturale e le relative verifiche siano condotte con l’ausilio di codici di calcolo, un paragrafo indica al progettista i controlli da effettuare sull'affidabilità dei codici utilizzati e l’attendibilità dei risultati ottenuti.
Il Capitolo 11 completa i contenuti tecnici delle norme fornendo le regole di qualificazione, certificazione ed accettazione dei materiali e prodotti per uso strutturale, rese coerenti con le procedure consolidate del Servizio Tecnico Centrale e del Consiglio Superiore e le disposizioni comunitarie in materia.
Il Capitolo 12 infine, segnala a titolo indicativo, alcuni dei più diffusi documenti tecnici che possono essere utilizzati in mancanza di specifiche indicazioni, a integrazione delle norme in esame e per quanto con esse non in contrasto.

SCARICA LA CIRCOLARE ESPLICATIVA NTC 2018

SCARICA NTC 2018

Mobirise

LA NORMA UNI ISO 19011 DEL 2018

La norma specifica le linee guida per la conduzione di audit di sistemi di gestione. L’obiettivo è rispondere all'esigenza delle Aziende di armonizzare e ottimizzare i sistemi di gestione e i relativi processi di audit. E' stato introdotto il concetto di rischio per le attività di audit, quindi una maggiore attenzione al processo di audit e al mantenimento della competenza di tutte le figure coinvolte nell’attività.

Mobirise

DPO E' PROFILO 

Il TAR per il Friuli Venezia Giulia, sezione prima, con la sentenza 5 settembre 2018, n. 287 entra nel merito delle competenze richieste al DPO nello svolgimento dei compiti previsti dall’art. 39 del GDPR ma che possono andare anche al di là della stessa prescrizione normativa. La certificazione di Auditor/Lead Auditor ISO/IEC/27001 quale requisito non costituisce titolo abilitante

Mobirise

LA NORMA ISO 31000:2018

La ISO 31000:2018 fornisce le indicazioni quadro e metodologiche per la gestione del rischio (della sicurezza e ambientale) all’interno delle aziende di qualsiasi dimensione o tipologia. Lo standard ISO 31000:2018 sul risk management si pone l’obiettivo di mettere ogni organizzazione nelle condizioni di individuare, prevenire e gestire i rischi nell’ambito della propria attività, con approccio strutturato.

Mobirise

ISO 19650:2018  1 e 2 sugli standard BIM

ISO ha pubblicato nuovi standard per il BIM, denominati ISO 19650-1 ed ISO 19650-2. Le due parti si
- ISO 19650-1 si occupa dei concetti e dei principi
- ISO 19650-2 si occupa della fase di consegna delle risorse.
Altre parti sono previste per il 2020.
La traduzione in italiano avverrà a cura di UNI.

Mobirise

ISO 11337 - Standard BIM

La UNI 11337 "Gestione digitale dei processi informativi in edilizia” si componeva di 6 parti fino al 13 Dicembre 2018, giorno in cui è stata pubblicata la Parte n.7 che sancisce i requisiti relativi all’attività professionale delle figure coinvolte identificando compiti e attività sulla base di conoscenza, abilità e competenze, secondo il quadro europeo delle qualifiche (EQF).


Sappiamo leggere le etichette? UNI EN ISO 9001 22000… sono certificazioni di qualità volontarie e vale la pena conoscerle
Cosa significa quando leggiamo su un sito o su un prodotto sigle come UNI EN ISO 9001 22000 o altri numeri e lettere? Può esserci utile come consumatori? Può servirci saperlo quando acquistiamo un prodotto?

Si tratta di certificazioni di qualità. Le certificazioni attestano tramite un ente indipendente accreditato, a seguito di audit periodici che comprendono esami documentali e ispezioni, il rispetto di uno standard o di una norma (cogente o volontaria) da parte di un’organizzazione. Per quanto attiene ai sistemi di gestione di qualità, il percorso di certificazione è adottato dagli operatori su base volontaria.

Certificazioni di processo
Poi in questo caso bisogna distinguere tra certificazione di processo e certificazione di prodotto. Le certificazioni di processo attestano che l’intero insieme delle operazioni condotte nell’ambito di una organizzazione – dalla selezione dei fornitori e l’approvvigionamento delle materie prime, fino all’immissione in commercio e la gestione di eventuali non conformità successive – siano eseguite nel rispetto delle procedure definite, con regolarità e continuità. La qualità è perciò intesa come capacità di seguire con criterio le procedure volte a garantire il rispetto della legislazione, dei requisiti di contratto e delle politiche aziendali.

La ISO 9001 e 22000
La norma principale è la ISO 9001, legata all’Organizzazione Internazionale per la Normazione. Spesso in etichetta è accompagnata alle sigle UNI EN, che sono i corrispondenti in Italia e in Europa dell’ente di normazione internazionale.

La ISO 9001 è una certificazione di qualità di ampio spettro, che vale per tutte le aziende, non solo quelle dell’agroalimentare e certifica la capacità dell’azienda di seguire procedure razionali, documentate, improntate al rispetto delle norme e al miglioramento continuo. È sicuramente un ottimo biglietto da visita.

C’è poi uno standard dedicato alla sicurezza alimentare, che è la ISO 22000, che prende le sue basi dalla 9001 e sviluppa i temi specifici di buone prassi igieniche e di autocontrollo igienico-sanitario nella filiera agroalimentare.

Le troviamo in etichetta?
Le certificazioni di processo non dovrebbero in teoria venire indicate in etichetta, anche se ciò a volte accade e tutto sommato non è da biasimare, poiché si tratta di un’informazione che i consumatori possono apprezzare. Se ne trova comunque notizia sui siti web aziendali.
Si tratta di una certificazione di processo, quindi si tratta di una garanzia sulla cultura organizzativa: queste certificazioni non esprimono il valore intrinseco del prodotto, ad esempio le prerogative nutrizionali e organolettiche, o la provenienza e qualità delle materie prime. Attestano, invece, il rispetto di apposite procedure in fase di produzione, tese a garantire il rispetto delle regole e degli impegni assunti (nei confronti dei clienti commerciali e dei consumatori), oltreché i più elevati standard di sicurezza alimentare.
Alle certificazioni “di processo” si possono poi abbinare quelle “di prodotto”, mediante le quali si attesta che le qualità del prodotto rispondano a determinate caratteristiche, e anche qui può intervenire un ente certificatore. Sono per esempio le certificazioni che attestano l’assenza di residui di pesticidi, oppure l’adesione a un particolare disciplinare, anche a quelli di cui abbiamo parlato, ad esempio Dop, Doc, Igp.

Mobirise

Nuova ISO 22000:2018

ISO ha pubblicato il 19 giugno la versione finale dello standard ISO 22000:2018. Il periodo di transizione per le aziende già certificate con la precedente versione ISO 22000:2005 è di 3 anni, per cui dovranno transitare entro il 19 giugno 2021. Dopo questa data la versione 2005 sarà ritirata e non più valida. Scopo della ISO 22000 è armonizzare i requisiti per la gestione della sicurezza alimentare.

Mobirise

Nuova ISO 50001

La revisione permette di allineare la norma ai requisiti ISO per i sistemi di gestione, rendendone più facile la sua integrazione nei sistemi di gestione esistenti. La norma è lo strumento per un utilizzo efficiente ed efficace dell’energia e fornisce alle aziende un quadro per gestire le prestazioni energetiche e i relativi costi, la ridurzione dell’impatto ambientale e delle emissioni.

Mobirise

Certificazione ISO 20121

Promotori, organizzatori, fornitori di beni e servizi e location per eventi (fiere, aree concerti, teatri, ecc.) possono certificare il proprio sistema di gestione secondo lo standard ISO 20121, lo standard internazionale per la certificazione dei sistemi di gestione sostenibile per eventi. La certificazione garantisce che un evento o un soggetto coinvolto nell’evento operi in maniera sostenibile.

Mobirise

ISO 9004:2018

Lo standard ISO 9004:2018 è una linea guida per il raggiungimento del successo durevole di un'organizzazione esigente e mutevole con riferimento ai principi di gestione per la qualità descritti nella ISO 9000:2015.  Le schede di Autovalutazione dell’Appendice A mettono a disposizione della Direzione uno strumento di consapevolezza e di diagnosi del livello di maturità del proprio sistema di gestione.

Mobirise

ISO 37001

Lo standard ISO 37001 relativo ai sistemi di gestione anticorruzione, è l’evoluzione per le organizzazioni che mirano a gestire in modo adeguato i rischi di frode e corruzione. La combinazione tra i valori aziendali e un efficace programma di gestione anti-corruzione è la base per un ente che necessita preservare la propria integrità e affrontare i rischi associati a fenomeni corruttivi.


UNI ISO 45001:2018: una brochure informativa dell'UNI
UNI ha realizzato una brochure informativa sulla nuova norma UNI ISO 45001:2018 "Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro - Requisiti e guida per l'uso", la prima norma internazionale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, in vigore dal 12 marzo 2018.
La pubblicazione UNI, liberamente scaricabile in allegato alla notizia, spiega quali sono i vantaggi, da dove iniziare, come si collega alla legislazione e riporta le testimonianze di INAIL, AIAS, Associazione Ambiente e Lavoro, AIFOS, Assolombarda, CNA, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Accredia, Conforma.

"La UNI ISO 45001, con il suo focus su leadership, coinvolgimento dei lavoratori, valutazione dei rischi, gestione dell'outsourcing, rafforza l'approccio gestionale e organizzativo per sostenere l'adozione di una cultura di impresa che guardi alla salute e alla sicurezza sul lavoro non solo come a un adempimento normativo, ma come una parte essenziale dei processi lavorativi e a un'opportunità di miglioramento e crescita complessiva delle performance aziendali", scrive in premessa Fabrizio Benedetti, Coordinatore Generale Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione centrale INAIL.
"ISO ha completato il percorso di crescita e di consolidamento culturale internazionale con una norma completamente integrabile nel "sistema azienda", grazie alla radice comune a tutti i sistemi e partendo dall'analisi del "contesto organizzativo" per capire i fattori interni ed esterni all'organizzazione, chiarendo obiettivi e piani strategici aziendali" riporta Alessandro Foti, Coordinatore Comitato Tecnico Nazionale sui Sistemi di Gestione AIAS.

La Brochure passa quindi ad individuare i destinatari, i vantaggi del suo utilizzo, le possibili integrazioni in sistemi di gestione preesistenti ed alcuni suggerimenti per implementarla sui luoghi di lavoro, ponendo particolare attenzione anche alla "Consultazione e partecipazione dei lavoratori", fattori chiave per il successo di un sistema di gestione.
Quanto al nodo della certificazione, si chiarisce che chi è già certificato OHSAS 18001 dispone di una parte degli strumenti e dei sistemi necessari per l'attuazione della UNI ISO 45001 (anche se i due documenti sono molto diversi). La UNI ISO 45001 è destinata a sostituire la OHSAS 18001 a conclusione di un periodo transitorio di 3 anni, come confermato dal regolamento internazionale IAF MD 21:2018, che definisce in maniera uniforme il processo di migrazione alla nuova norma delle certificazioni di sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro rilasciate, in tutto il mondo, dagli organismi accreditati.
Chiudono la pubblicazione, i riferimenti legislativi e bibliografici e l'indice della UNI ISO 45001:2018.

SCARICA LA BROCHURE INFORMATIVA UNI

Mobirise

Nuova ISO 45001:2018 

Il 12 marzo 2018 è stato pubblicato ISO 45001:2018, nuovo standard sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro, che sostituirà il precedente OHSAS 18001. A seguito della pubblicazione, comincia il periodo di 3 anni durante il quale effettuare la "migrazione", per tutte le imprese già certificate OHSAS 18001, oppure per acquisire la nuova certificazione secondo le direttive e i requisiti della ISO 45001:2018.

Mobirise

False certificazioni ISO

L'attività investigativa, sulle certificazioni, ha puntato l'attenzione su una società di Benevento che svolge attività di Organismo Internazionale di certificazione. Nel mirino è finito il rilascio alle imprese, in cambio di corrispettivo, di presunte false certificazioni Iso. Certificazioni che gli inquirenti ritengono contraffatte in riferimento alla documentazione di audit; in pratica, non sarebbero state operate le verifiche.

Mobirise

Energy Manager

Confermato il trend in aumento degli energy manager: nel 2017 sono 2.315 quelli nominati, con una crescita intorno al 6% in 4 anni per i soggetti obbligati e all’11% in 15 anni includendo anche le nomine di soggetti non obbligati. I dati emersi dal Rapporto che Fire redige annualmente sulla figura professionale e che contiene l'indagine sugli incentivi e sulle agevolazioni per le imprese energivore.

Mobirise

Certificazione nel GDPR

Gli artt. 42 e 43 del GDPR danno spazio a certificazione ed agli Enti di certificazione. L’art. 42 prevede che Stati membri, autorità di controllo, Comitato Europeo per la protezione dei dati e Commissione, promuovano meccanismi di certificazione della protezione dei dati, sigilli e marchi di protezione che dimostraino la conformità al Regolamento dei trattamenti effettuati da titolari e responsabili del trattamento.

Mobirise

Bandi spiagge e ISO 13009

Lo standard ISO 13009:2015, è una norma internazionale che finalizza, valorizza e migliora la qualità del servizio degli stabilimenti balneari e di conseguenza il tessuto economico delle regioni costiere. L’interesse per tale norma è ancora più motivato in un momento delicato per la filiera degli operatori balneari, in attesa come noto dei bandi di nuova concessione per la gestione delle spiagge e dei servizi connessi.

links istituzionali

Mobirise

via Campone sala, 65
47042 Cesenatico (FC)

+39 347 3416902

info@ponziepartners.eu
glponzi@ponziepartners.eu

contatto SKYPE
"ponziepartners"

© Copyright 2018 PONZI & Partners - Tutti i diritti sono riservati