UA-65824747-1

SPAZIO NEWS

notizie per orientarsi nel mondo della certificazione delle Organizzazioni

how to make a website for free

Accredia: nel 2018 1.776 accreditamenti, +4,5% sul 2017

Alla fine del 2018, complessivamente, sono stati 1.776 i soggetti accreditati in Italia, con un aumento del 4,5% rispetto allo scorso anno e del 48% rispetto al 2010. Di questi, 1.222 sono laboratori di prova, 365 gli organismi di certificazione e ispezione, 189 i laboratori di taratura. Questi i numeri significativi registrati lo scorso anno da Accredia (l'ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) "con tassi di crescita importanti in termini di accreditamenti", ha fatto notare il direttore generale di Accredia, Filippo Trifiletti.

I dati sono stati diffusi dall'Ente unico nazionale di accreditamento, in occasione del World Accreditation Day, la giornata mondiale dell'accreditamento organizzata da Iaf e Ilac - le reti mondiali degli enti di accreditamento degli organismi di certificazione e ispezione e dei laboratori di prova e taratura - per valorizzare e diffondere la conoscenza delle valutazioni di conformità svolte sotto accreditamento che accompagnano prodotti e servizi.

Un riconoscimento significativo al valore dell'accreditamento viene registrato anche in Italia, come dimostra l'aumento non solo dei soggetti accreditati, ma anche delle giornate di verifica, svolte dai 544 ispettori ed esperti di Accredia, lo scorso anno arrivate a 15.320, con un aumento del 6% sul 2017 e che riguarda tutti i dipartimenti di cui è composto l'Ente: certificazione e ispezione, laboratori di prova e laboratori di taratura.

Solo gli organismi accreditati, a fine anno, sono stati 365, il 4% in più rispetto al 2017; i quali hanno rilasciato oltre 106 mila certificati per i sistemi di gestione (qualità, ambiente, sicurezza sul lavoro, delle informazioni, alimentare, ecc); e certificato oltre 137mila i siti aziendali pubblici e privati certificati, soprattutto nel settore delle costruzioni.

Nell'ambito dei siti certificati per i sistemi di gestione, quelle per la qualità Iso 9001, circa 115mila, si confermano le più diffuse, seguite da quelle ambientali Iso 14001, oltre 22mila, e quelle per i sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro Ohsas 18001, che hanno superato le 17mila.

Rispetto agli altri settori, "numeri inferiori di certificazioni volontarie rilasciate da 52 organismi ma con percentuali di crescita maggiori sono quelli registrati nell'ambito delle competenze professionali", ha segnalato Trifiletti.

Anche il dipartimento laboratori di prova ha confermato il trend di crescita dei laboratori accreditati, che nel 2018 sono arrivati a 1.222, il 4,6% in più rispetto ai dodici mesi precedenti.
La maggior parte dei laboratori svolgono prove nei settori chimico e biologico-microbiologico e sono distribuiti in tutta Italia, con una prevalenza nelle regioni settentrionali, come Lombardia (il 16,1% dei laboratori accreditati), Veneto (10,9%) ed Emilia Romagna (10,2%).

Il 2018, in particolare, "è stato un anno particolarmente positivo anche per il dipartimento laboratori di taratura, con il numero dei laboratori, arrivati a 189, cresciuto del 5% rispetto all'anno precedente e di oltre il 16% rispetto al 2010", ha aggiunto Trifiletti.

Lo scorso anno ha inoltre segnato un aumento significativo dei certificati di taratura rilasciati sul mercato da tali laboratori, che hanno sfiorato i 150mila, crescendo del 15% rispetto al 2017 e di oltre il 60% rispetto al 2010, a testimonianza dell'aumento della domanda di misure affidabili da parte del mondo industriale.

A livello territoriale, i laboratori di taratura accreditati sono concentrati nelle regioni del Nord, in particolare Lombardia (37%) e Piemonte (17%), ma percentuali importanti si riscontrano anche in Toscana e Lazio (6,9%).

Il 2019 rappresenta "una tappa fondamentale del cammino di Accredia, poiché segna i dieci anni dalla sua costituzione. In questo periodo - ha spiegato il direttore generale - l'Ente ha consolidato la sua presenza e il suo impegno, sia a livello nazionale, come dimostrano i sempre più numerosi compiti affidati dai ministeri, sia sul piano internazionale, con le diverse attività che ci vedono impegnati e con la conferma della vice presidenza di Iaf, l'associazione mondiali degli enti di accreditamento".

L'obiettivo di Accredia è quello di "proseguire su questa strada, continuando a rafforzarci e offrire a tutti gli operatori interessati la garanzia, attraverso organismi e laboratori, di un servizio affidabile, competente e imparziale, a tutela di interessi pubblici", ha concluso Filippo Trifiletti.

© Copyright 2018 PONZI & Partners - Tutti i diritti sono riservati